Acqua micellare all’aloe della Setaré

Acqua micellare all’aloe, la sfida della Setaré

Nel panorama sempre crescente dell’industria eco-biologica non poteva certo mancare un’acqua micellare che sapesse rispondere alle esigenze crescenti di noi donne in fatto di naturalezza e affidabilità dei prodotti. Ecco che si affaccia così una nuova acqua micellare, realizzata e messa in commercio dall’azienda fiorentina Setaré, prodotta esclusivamente con ingredienti di origine vegetale. Sì, perché i prodotti realizzati dalla Setarè sono completamente biologici con certificazione ICEA e quindi non testati su animali.


acqua micellare aloe setaré
L’originalità davvero apprezzabile dell’acqua micellare Setaré sta nell’aver unito all’ottima azione detergente delle micelle le proprietà antivirali e antinfiammatorie (ma anche antitumorali e disintossicanti) caratteristiche della pianta dell’aloe. Solo che la Setaré non si è affatto fermata all’aloe, per la quale per di più ha pensato ad un estratto di puro succo. Nella sua acqua micellare l’azienda fiorentina ha mescolato anche gli estratti di camomilla, calendula e fiordaliso, sfruttandone le già note proprietà lenitive ed emollienti.

La camomilla (Camomilla Recutita) è stata scelta per l’azione rinfrescante e decongestionante dei flavonoidi in essa contenuti.
La calendula (Calendula Officinaliis) è stata invece scelta per la sua naturale tendenza a combattere i rossori e le irritazioni della pelle.
Il fiordaliso (Centaurea cyanus) è stato selezionato per gli effetti decongestionanti, idratanti e ammorbidenti dei suoi flavonoidi, antociani e pectine.


E come se non fosse già abbastanza il bouchet di fiori selezionato, la Setaré ha anche pesato bene di introdurre nella sua ricetta già piuttosto ricca il decyl glucoside. Attenzione però, non lasciatevi impressionare dal suo nome un po’ oscuro, poiché si tratta semplicemente di un tensioattivo di origine vegetale, ottenuto direttamente dagli alcoli grassi del cocco e dagli oligomeri del glucosio.
Perché la scelta del decyl glucoside? Beh, basta dire che questo tensioattivo vegetale ha una particolare cura per le pelli sensibili, risultando delicato perfino per gli occhi, oltre che per la cute. La sua presenza non fa altro che aumentare le proprietà, già più che soddisfacenti, degli altri ingredienti presenti in questa ricetta, rendendo l’acqua micellare all’aloe – ricordiamo qui che il succo è estratto dalle foglie dell’Aloe Barbadensis – della Setaré forse uno tra i prodotti meno aggressivi nei confronti del php della nostra pelle presenti attualmente sul mercato.